LG4B sul Venerdì di «la Repubblica»

Il nostro progetto è stato vittima fin da subito degli attacchi di individui “paladini degli animali” che agiscono di notte per liberare le nutrie catturate per la nostra sperimentazione scientifica. Ne abbiamo dato notizia anche ad inizio anno dopo l’ennesimo atto vandalico ai danni delle nostre gabbie.

La scorsa settimana è uscito sul Venerdì de «la Repubblica» un articolo dedicato a questo tema. Un articolo per il quale siamo stati contattati da una giornalista della redazione, che dopo aver incontrato alcuni animalisti e alcuni operatori autorizzati dalla legge all’abbattimento delle nutrie, ha voluto ascoltare da noi la soluzione che LG4B mette in campo.

È stata un’occasione preziosa che ci ha dato modo di scambiare con la giornalista dati e informazioni tecniche importanti per il suo lavoro, e chiarire così gli aspetti legati alla sperimentazione con l’immunovaccino Gonacon™, che si pone come strumento di controllo non cruento della diffusione di questa dannosissima specie aliena invasiva.

Ci auguriamo che anche coloro che oggi distruggono i beni materiali e immateriali di chi vuole salvaguardare di fatto la vita delle nutrie possano capire appieno il nostro obiettivo e interrompere il loro comportamento. Che – lo ricordiamo – laddove distrugge beni di proprietà privata e si accompagna a minacce, come è stato nel nostro caso – è penalmente perseguibile. Così come è illegale nutrire le nutrie e trattarle come fossero animali domestici.

L’articolo è disponibile qui per il download.

 

 

Please follow and like us:

    Leave Your Comment

    Your email address will not be published.*

    LifeGreen4Blue
    Follow by Email
    LinkedIn
    Share